I Sistemi di Gestione dell'Energia - La Bottega dell'Energia

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Energia per le imprese
I Sistemi di Gestione dell'Energia

Si tratta di attività volontarie, per le quali non sussiste dunque alcun obbligo normativo. Un Sistema di Gestione dell’Energia (SGE) è un insieme strutturato di regole ed azioni a cui un’azienda, un’attività commerciale, una Pubblica Amministrazione ecc. può ricorrere per gestire in modo razionale i propri fabbisogni e consumi di energia, attuando nel contempo azioni di efficientamento e risparmio energetico.

I SGE servono dunque per razionalizzare la gestione di tutti i vettori energetici necessari ad un’azienda, un’attività commerciale, un’impresa artigiana, un Comune, ecc. I benefici energetici ed economici ottenibili attraverso tali sistemi sono sia a breve che a lungo termine. Esistono inoltre dei possibili "benefici di immagine", specie se l’azienda o l’attività richiede la relativa certificazione.

I SGE sonpo regolamentati dalle seguenti Norme:

  • UNI CEI EN ISO 50001: 2011, “Sistemi di gestione dell’energia – Requisiti e linee guida per l’uso”. È la Norma fondamentale, ossia quella che fornisce le caratteristiuche di un SGE e le linee guida per la sua implementazione

  • UNI CEI EN ISO 50003:2016,  "Sistemi di gestione dell’energia - Requisiti per organismi che forniscono audit e certificazione dei sistemi di gestione dell’energia". Definisce i requisiti di competenza, congruenza e imparzialità nelle attività di audit e certificazione dei Sistemi di Gestione dell’Energia per gli organismi che forniscono tali servizi. Al fine di assicurare l’efficacia dell’audit di un Sistemi di Gestione dell’Energia, la norma definisce il processo di audit, i requisiti di competenza per il personale coinvolto nel processo di certificazione dei Sistemi di Gestione dell’Energia, la durata dell’audit e le modalità di campionamento per le imprese multisito.

  • UNI CEI EN ISO 50006:2015 “Sistemi di gestione dell'energia - Misurazione della prestazione energetica utilizzando il consumo di riferimento (Baseline - EnB) e gli indicatori di prestazione energetica (EnPI) - Principi generali e linee guida”. Si occupa dei principi generali e linee guida della misurazione della prestazione energetica utilizzando il consumo di riferimento e gli indicatori di prestazione energetica e fornisce una guida alle organizzazioni su come definire, utilizzare e mantenere gli indicatori di prestazione energetica (EnPI) e i consumi di riferimento (Baseline - EnB) come parte del processo di misura della prestazione energetica. Le linee guida presenti nella Norma sono applicabili ad ogni organizzazione indipendentemente dalla taglia, tipologia, localizzazione o livello di maturità nella gestione dell’energia.
  • UNI CEI EN ISO 50015:2016, "Sistemi di gestione dell’energia - Misura e verifica della prestazione energetica delle organizzazioni - Principi generali e linee guida". Definisce i principi generali e le linee guida per il processo di misura e verifica della prestazione energetica di un’organizzazione o di una sua componente (nel caso di imprese multisito). La Norma può essere utilizzata indipendentemente o in combinazione con altre norme o protocolli e può essere applicata a tutte le forme di energia.


I SGE costituiscono inoltre il complemento di altri sistemi volontari, come ad esempio:

  • I sistemi di gestione della qualità (UNI EN ISO 9001)

  • I sistemi di gestione ambientale (UNI EN ISO 14001)


Si tratta dunque di investimenti a lungo termine, con costi spesso non troppo onerosi ma in grado di garantire risparmi (energetici, ambientali ed economici) certi nel tempo.

Possono essere implementati da EM, EGE o da ESCo. Normalmente l’ultima scelta è quella che viene effettuata, ma bisognerebbe tener presente che con più il tecnico che implementa il sistema è addentro alla realtà aziendale, con più i risultati ottenuti saranno validi. Questo, di fatto, dovrebbe portare innanzitutto alla nomina di un EM "interno", che si rapporterà poi (ad esempio) con un consulente energetico "esterno" durante tutte le fasi di realizzazione del sistema e/o con una ESCo.

La Norma UNI EN ISO 50001 pone un accento particolare sul fatto che i miglioramenti e le razionalizzazioni nell’uso dell’energia dovrebbero essere di tipo continuo: una volta avviato un SGE, l’azienda, l’attività commerciale o il Comune avrà quindi cura di applicarlo quotidianamente e verificarne ciclicamente i risultati in base a determinati obiettivi, eventualmente modificando questi ultimi in base a quanto effettivamente ottenuto.

Le fasi di tale processo continuo sono descritte dalla Norma per mezzo del classico diagramma di Deming, detto anche "schema PDCA" (Plan-Do-Check-Act). Eccolo, nella sue versione estesa prevista dalla Norma UNI EN ISO 50001:



Anche per questa versione dello schema è possibile distinguere le seguenti "classiche" fasi:

  • Plan: vengono costruiti i profili dei consumi energetici, sia quelli generali sia quelli relativi ai singoli processi, usi e/o servizi. Vengono definiti degli opportuni indici di prestazione energetica e vengono determinati gli obiettivi da raggiungere. Vengono inoltre analizzate le strategie di efficientamento adottabili, quantificandone i costi ed i relativi risparmi ottenibili (analisi costi-benefici ed LCCA)

  • Do: i progetti individuati (o alcuni di essi) vengono attuati
  • Check: attraverso delle analisi strumentali (monitoraggio, ecc.) o virtuali (energy audit interni) si studiano i risultati ottenuti con i progetti attuati
  • Act: è la fase decisionale, durante la quale si valutano gli esiti ottenuti con le strategie decise ed attuate, si confrontano con gli obiettivi e si decide come procedere, eventualmente modificando (in tutto o in parte) gli obiettivi e le strategie stesse. In tale fase è anche possibile una ridefinizione degli indici di prestazione energetica che si intendono considerare


 
Copyright © Francesco Della Torre, 2013-2019 - Cell.: 340-54.66.462 − E-mail: ingfradt@gmail.com
Informative
Sito web "cookie free" e con scopi non commerciali. Realizzato in proprio.
Torna ai contenuti | Torna al menu